home page | il romanzo | discografia | galleria fotografica | il Cilento | libro dei visitatori | link
 
CON IL MARE NEGLI OCCHI... E NEL CUORE

note dell'autore la trama le immagini ordina il libro

La trama
Mariano, figlio di un bravo e rinomato pescatore vissuto negli anni '50 '60 sulla Costa del Cilento, dimostra già dai primi anni della sua vita di essere un bambino fuori dal comune.
L'ambiente marino lo affascina e stimola il suo interesse più dei soliti e comuni giochi infantili. La duna, la spiaggia, la scogliera, il mare, gli fanno scoprire nel corso del suo vivere quotidiano un mondo straordinario, attraverso il quale riceve una miriade di insegnamenti utili.
Le piccole lumache che scivolano composte i silenziose sugli steli di "ammofila arenaria", insieme a tante altre piccole creature della duna, gli dimostrano con i loro atteggiamenti di essere più saggi e lungimiranti dell'uomo comune.

Quando suo padre Andrea decide di portarlo a pesca per farsi aiutare, si evidenziano in lui strani atteggiamenti.
Egli matura un comportamento del quale diventa schiavo, pur sapendo di mancare di rispetto a suo padre: libera parte dei pesci appena pescati per "ridonargli la libertà e la vita".
Così facendo nasceràin lui un grande dissidio: "non si può tradire la fiducia e dissipare i sacrifici di un genitore"; ma, altrettanto, "non si posson far soffrire le creature strappate al mare".
Riuscirà Mariano a moderare i suoi comportamenti per diventare un buon pescatore? Quali benefici trarrà dal mare quando entrerà in armonia con esso?
Questo breve, ma intenso racconto, oltre a narrare la storia di Mariano e della sua famiglia, ci rinnova il ricordo della vita marinara cilentana, di un passato non troppo lontano, ma tanto diversa, purtroppo, da quella di oggi. Una vita, quella della gente di mare, ricca di avventure, ma anche di quei valori umani, oggi, così difficili da ritrovare perfino nelle piccole realtà territoriali.
Dal "Cantore del Mare", una delicata storia; mediante la quale è possibile ricevere dal mondo marino innumerevoli messaggi. Essi ci inducono a mediare, così come l'Autore ci invita a dare nel corso del suo narrare, attraverso "brevi sottolineature".
Una novella "immersa con garbo" in un paesaggio incantato: la Costa Cilentana.